Grazie per il tuo feedback.
Hai appena aggiunto questo prodotto alla tua lista dei desideri.
Hai appena rimosso questo prodotto dalla tua lista dei desideri.
La tua lista dei desideri è piena. Elimina dei prodotti per aggiungerne altri.

4m letto

5 consigli per migliorare l’alimentazione dei tuoi figli
5 tips to get your kids to eat better

La piramide alimentare è un modello relativo alla propria alimentazione, per uno stile di vita più sano. Tuttavia, nella vita reale e quando si tratta di bambini, non è sempre così facile scegliere l’opzione migliore e ottenere tutti i nutrienti necessari. Inoltre, i bambini hanno esigenze specifiche poiché il loro sistema nervoso risulta ancora in via di sviluppo. Ecco 5 consigli per migliorare il cibo e la nutrizione dei bambini.

 

 

 

01.

Prova il sistema di alimentazione sana sviluppato ad harvard, invece della piramide alimentare

 

Pensa alla piramide alimentare come alla tua lista della spesa. Mostra i tipi di cibo che una dieta sana dovrebbe includere. Tuttavia, potrebbe non essere molto facile decidere la quantità da assumere in un singolo pasto. Ecco perché gli esperti di nutrizione della Harvard School of Public Health hanno sviluppato l’Harvard Eating Plate come supplemento.

 

Il sistema Harvard rende più facile accorgersi della proporzione di ciò che dovrebbe figurare su un piatto sano. Fornisce una guida visiva per assicurarsi di aver capito bene. Con un solo sguardo, puoi verificare se il tuo piatto contiene la giusta combinazione e il rapporto di verdure, frutta, cereali integrali, proteine sane e oli. Inoltre ti insegna a bere abbastanza acqua.

 

La porzione sarà diversa per adulti e bambini ma la proporzione è la stessa. Ciò significa che puoi usare questa guida per i tuoi figli, così come per te e gli altri adulti in casa.

 

La ripartizione è simile a questa: almeno metà del piatto dovrebbe essere composta da frutta e verdura. Più diversi sono nel tipo e nel colore, meglio è. Verdure e frutta saranno la principale fonte di vitamine e minerali nella vostra dieta. Il quarto della metà rimanente del piatto dovrebbe essere costituito da proteine. La fonte migliore e più pulita di proteine sono sempre pesce, uova, pollame, legumi e frutta secca. Cerca di evitare la carne lavorata come salsicce e carne fredda. Il resto del piatto dovrebbe essere costituito da carboidrati, che daranno a te e ai tuoi figli energia duratura. Le patate, i cereali integrali come il riso o la quinoa o i loro sottoprodotti risultano essere buone fonti di carboidrati. 

 

 

 

02.

Scegli la proteina più semplice

 

Sapevi che è più difficile per il nostro corpo elaborare determinate proteine? Tanto più per i bambini, le cui funzioni corporee potrebbero essere più suscettibili ai sovraccarichi di lavoro. Pertanto, al fine di non sollecitare troppo gli organi di filtraggio dei bambini (reni e fegato), è necessario scegliere le proteine più semplici disponibili. 

 

Tenendo presente questo, si consiglia di servire uno dei pasti del giorno con proteine derivanti da verdure e l’altro con quelle invece animali. Le proteine animali più adeguate provengono da pesce e uova e si sposano molto bene con le verdure. Questo completerà l’assunzione di proteine da parte tua e di tuo figlio, agevolando gli organi coinvolti a liberarsi dalle scorie con più facilità.

 

 

 

03.

Non dimenticare di assumere grassi sani ad ogni pasto

 

I grassi sono essenziali affinché un bambino cresca sano, ma dovrebbero essere attentamente selezionati. I grassi migliori provengono da olio extravergine di oliva, frutta secca, semi, tuorli d’uovo e avocado. L’olio d’oliva vergine è anche la scelta migliore per cucinare sano. Altri tipi di grassi, come grassi saturi, acidi grassi trans, olio vegetale raffinato e burro non sono così assimilabili e dovrebbero perciò sempre essere evitati.

 

 

 

04.

Superfood con calcio 

 

Qual è la prima cosa che ti viene in mente quando si parla di calcio? Se si tratta di prodotti caseari, hai ragione. Ma, allo stesso tempo, sbagliato. È vero che i prodotti caseari sono ricchi di calcio, ma non ne sono l’unica fonte. Questo dovrebbe essere una buona notizia per i genitori di bambini che hanno allergie da latte o altri problemi di salute le quali richiedono loro di attenersi a una certa dieta che esclude i latticini.

 

Per fortuna la natura offre molti altri alimenti nutrienti che sono a propria volta ricchi di calcio. Ad esempio, un bicchiere di latte può essere facilmente sostituito da una porzione di broccoli o un cucchiaio di semi di sesamo o due manciate di mandorle o due/tre sardine. E per stimolare il calcio all’interno delle nostre ossa, non c’è niente di meglio che passare un po’ di tempo al sole ogni giorno.

 

 

 

05.

Integrale è sempre meglio

 

I cereali sono ancora la principale fonte di nutrizione in molti paesi. La chiave qui è di scegliere sempre cereali integrali anziché raffinati. I cereali si trovano nella forma integrale in natura. Il riso integrale, il pane e la pasta sono una ricca fonte di vitamine, minerali, carboidrati, grassi, oli e proteine. I chicchi raffinati vengono elaborati e questo significa la perdita di molti elementi nutritivi. Il prodotto rimanente è ricco di carboidrati ma non di molto altro. I grani raffinati o “bianchi” ci forniscono solo energia “vuota” – a basso contenuto di nutrienti e quindi sono molto meno adatti.

Condividi

È stato utile?