Grazie per il tuo feedback.
Hai appena aggiunto questo prodotto alla tua lista dei desideri.
Hai appena rimosso questo prodotto dalla tua lista dei desideri.
La tua lista dei desideri è piena. Elimina dei prodotti per aggiungerne altri.

4 min leggi

Come si leggono le etichette energetiche delle asciugatrici?

Come si legge l'etichetta energetica dell'asciugatrice?
Come si legge l'etichetta energetica dell'asciugatrice?

 

 

Le etichette energetiche forniscono tante informazioni importanti sul prodotto. Vediamo più da vicino che tipo di informazioni riportano e cosa significa quello che c'è scritto.

 

 

 

Cos'è un'etichetta energetica UE?

 

L'etichettatura energetica UE è un sistema standardizzato di classificazione dell'efficienza energetica emanato dall'Unione Europea per la maggior parte degli elettrodomestici. La prima etichetta energetica UE è apparsa su un elettrodomestico nel 1994. Da allora, sempre più categorie di apparecchi sono state incluse nelle normative energetiche dell'UE e le etichette hanno subito numerosi aggiornamenti. 

 

Lo scopo principale dell'etichettatura energetica dell'UE è quello di ridurre il consumo energetico delle apparecchiature domestiche in Europa a livello collettivo, facendo due cose: 

 

  1. Fornire ai consumatori criteri di confronto chiari e aiutarli a scegliere prodotti più efficienti dal punto di vista energetico. 
  2. Incoraggiare le aziende a investire nello sviluppo di prodotti sempre più efficienti dal punto di vista energetico. 

 

Le etichette energetiche includono informazioni preziose riguardo l'apparecchio, come ad esempio il consumo energetico annuo, il livello di rumorosità o la capacità. Queste piccole etichette rappresentano un riepilogo di tutto ciò che occorre valutare prima di acquistare una nuova asciugatrice.

 

 

 

Cosa riporta l'etichetta energetica di un'asciugatrice?

 

Ecco come appare un'etichetta energetica UE per asciugatrice ed ecco il significato dei simboli e dei numeri: 

 

Continua a leggere per approfondire il significato delle classificazioni e dei numeri. 

 

 

 

01.

Classe energetica (da A+++ a D)

 

Le asciugatrici hanno una cattiva reputazione in materia di efficienza energetica. 

 

La maggior parte delle asciugatrici a condensatore ha una classificazione energetica B o C, mentre le asciugatrici a pompa di calore spesso sono di classe A+ o A++. Le asciugatrici a ventilazione non sono efficienti come quelle a condensatore e pompa di calore.

 

La classe A+++ è stata introdotta a maggio 2013 e le asciugatrici di classe energetica D sono state escluse dal mercato a novembre dello stesso anno.  

 

 

 

02.

Consumo energetico annuo (kWh/anno)

 

Il consumo energetico annuo stimato è indicato anche sulle etichette di efficienza energetica delle asciugatrici. È basato su 160 cicli con carichi completi e parziali e un programma di asciugatura standard del cotone. La stima si riferisce a 3 cicli di asciugatura a settimana.

 

Le abitudini di lavaggio individuali influiscono notevolmente sulla reale quantità di energia utilizzata dall'asciugatrice. Tuttavia, moltiplicando il consumo energetico annuo dell'asciugatrice per il costo dell'elettricità per kWh nel tuo paese, otterrai una buona stima dei costi annui dell'uso dell'elettrodomestico. 

 

 

 

03.

Tipo di asciugatrice (ventilazione a gas, ventilazione elettrica o condensatore elettrico)

 

Esistono tre tipi principali di asciugatrici: ventilazione a gas, ventilazione elettrica e condensatore.

 

I modelli a ventilazione trasportano all'esterno l'aria umida che si produce dall'asciugatura tramite ventilazione. Le asciugatrici a condensatore, invece, raccolgono l'umidità proveniente dall'aria in un serbatoio dell'acqua che deve essere svuotato. Alcuni modelli sono dotati anche di tubi di scarico.

 

Oltre a questa differenza fondamentale, il tipo di asciugatrice fa una grande differenza in termini di efficienza energetica e consumo energetico annuo. 

 

 

 

04.

Durata del ciclo standard per cotone a pieno carico (min)

 

Indica il tempo necessario per completare un ciclo di asciugatura standard del cotone. Questo numero sarebbe inferiore sulle asciugatrici a ventilazione, perché raggiungono temperature maggiori rispetto ai modelli a condensatore. A fronte di una durata del ciclo lievemente superiore, tuttavia, le asciugatrici a condensatore sono più delicate con il bucato. 

 

 

 

05.

Capacità (kg)

 

Indica il carico che l'asciugatrice è in grado di gestire con un ciclo di asciugatura standard per cotone. La capacità varia anche in base al programma selezionato.

 

Per sapere la capacità esatta di ogni programma, consulta il manuale dell'utente. Se hai un elettrodomestico Beko, puoi scaricare il manuale dell'utente utilizzando  il numero del prodotto. 

 

 

 

06.

Livello di rumorosità (dB)

 

Le etichette dell'efficienza energetica delle asciugatrici indicano anche la classe di rumorosità, che può variare da 40 dB (come in biblioteca) a 80 dB (come il telefono di casa che squilla). Le macchine di fascia più alta tendono a essere più silenziose poiché sono dotate di funzioni di riduzione della rumorosità, ad esempio l'isolamento e i motori senza spazzole (brushless).

 

 

 

07.

Classe di efficienza di condensazione (da A a G)

 

Questa classificazione indica la quantità di umidità che l'asciugatrice è in grado di condensare e raccogliere. Classificazioni inferiori indicano che parte dell'aria umida viene rilasciata nell'aria dell'ambiente.

 

L'umidità eccessiva è dannosa alla salute e favorisce la produzione di muffe e batteri. Aumenta i costi del riscaldamento durante l'inverno e a lungo termine rovina gli edifici.

 

Le asciugatrici richiedono ambienti ben ventilati. Minore è la classe di efficienza di condensazione, maggiore dovrà essere la ventilazione dell'ambiente in cui è collocata l'asciugatrice. 

 

 

 

Perché dovresti fare caso all'efficienza energetica?

 

Fondamentalmente per due motivi: 

 

1. Il costo delle spese domestiche 

2. L'ambiente 

 

È vero che le asciugatrici con classificazioni energetiche superiori generalmente sono un po' più costose, ma è vero anche che richiedono meno energia. Secondo la Commissione Europea , il passaggio a una lavatrice ad alta efficienza energetica dimezza i costi energetici e l'investimento iniziale si ripaga in pochi anni. 

 

Forse starai pensando: "ma che differenza può fare una sola lavatrice"? Beh, stiamo parlando di un effetto cumulativo. L'efficienza energetica non è mai stata così importante, ora che le riserve del pianeta stanno diminuendo e che l'impatto dell'attività umana sull'ambiente è in costante crescita.

 

Se in tutta Europa venissero eliminate tutte le vecchie asciugatrici, entro il 2020 si potrebbero risparmiare anche 3,3 TWh di elettricità, vale a dire 3.300.000.000 di kWh! 

 

 

Preferisci parlare con qualcuno?